Trovati 500100 documenti.

Mostra parametri
Una tacita promessa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Zoltak, Sidney J.

Una tacita promessa : il mio viaggio di lotta, sopravvivenza e memoria / Sidney J. Zoltak

Cremona : Cremonalibri, 2020

Abstract: Autobiografia di Sidney Zoltak (1931-), ebreo di origini polacche, sopravvissuto alla Shoa. Bambino di otto anni allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, scampato alle persecuzioni con la propria famiglia, rifugiato in Italia dal 1945 al 1948. Trasferitosi in Canada con la madre, oggi si dedica all'educazione giovanile sull'Olocausto.

Cari genitori
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Panizon, Franco

Cari genitori : lettera aperta di un pediatra alle mamme e ai papà del futuro / Franco Panizon

Roma : Un pediatra per amico, 2017

Lune di rame
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Barbero, Fulvia Viola

Lune di rame : Dive Madonne Streghe Bloggers / Fulvia Viola Barbero

Saluzzo : Fusta, 2015

Abstract: Un viaggio di fantasia attraverso il tempo, ispirato a un'icona universale che rintocca nei secoli con la sua voce appassionata. Un itinerario di indagine romanzata che parte dal c'era una volta e si conclude nei siti internet, tra mito leggenda e storia. Scandito in un'alternanza di leggerezza e seriosità. Intrapreso alla ricerca del talismano perfetto per consegnare al futuro l'amore scritto con la lettera maiuscola.

Vecchie conoscenze
5 0 0
Materiale linguistico moderno

Manzini, Antonio

Vecchie conoscenze / Antonio Manzini

Palermo : Sellerio, 2021

Abstract: Rocco Schiavone indaga sull'omicidio di una professoressa in pensione. E intanto l'ombra del passato si fa pressante: la pena per Sebastiano, l'amico fraterno che non ha mai smesso di dare la caccia a Enzo Baiocchi, che gli ha assassinato la moglie, lo rende inquieto e gli ruba il sonno. Antonio Manzini continua il suo romanzo sul vicequestore scontroso, malinconico, ruvido e pieno di contraddizioni che i lettori ormai conoscono e apprezzano; lo fa con una capacità di invenzione e con una passione per il personaggio, per tutti i personaggi, che difficilmente possiamo riscontrare in altri scrittori di oggi

Succede sempre qualcosa di meraviglioso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gotto, Gianluca

Succede sempre qualcosa di meraviglioso / Gianluca Gotto

Milano : Mondadori, 2021

Abstract: "Succede sempre qualcosa di meraviglioso" è il racconto di un viaggio che ha come protagonista Davide, un ragazzo che vede tutte le sue certezze crollare una dopo l'altra, fino a perdere il desiderio di vivere. E Guilly, un personaggio fuori dal tempo che Davide, per caso o per destino, incontra in Vietnam e da cui apprende un modo alternativo e pieno di luce di prendere la vita. Una storia di rinascita in cui perdersi per ritrovarsi, che Gianluca Gotto racconta portando il tema della ricerca della felicità - già affrontato nell'autobiografia "Le coordinate della felicità" - su un piano universale: la destinazione finale di questo viaggio non è conquistare un certo tipo di vita, ma uno stato d'animo. Una sensazione di calore che è sempre dentro di noi, indipendentemente da quello che il destino ci ha riservato. Potremmo chiamarla in tanti modi: serenità, pace interiore, leggerezza, calma. Oppure, come direbbe Guilly, "la sensazione di essere a casa, sempre"

Luigi Ilardo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vinci, Anna

Luigi Ilardo : omicidio di stato : [la testimonianza della figlia Luana] / Anna Vinci ; prefazione di Michele Riccio

Milano : Chiarelettere, 2021

Abstract: La confessione inedita della figlia del boss che ha fatto scoprire il covo di Provenzano ed è stato poi abbandonato dalle istituzioni.   Una testimonianza toccante che accende di nuovo i riflettori su una verità che imbarazza, tuttora oggetto del processo sulla trattativa Stato-mafia "Molti attentati addebitati e commessi da Cosa nostra sono stati commissionati dallo Stato... Vedrà, comandante, quante ce ne faranno passare." Luigi Ilardo a Michele Riccio, colonnello dei carabinieri, prima di essere ucciso  "Hanno ucciso e seppellito lui, ma non noi e soprattutto non me... So che la mia liberazione avverrà quando emergerà la verità della storia, più grande di lui, nella quale mio padre si è trovato coinvolto." Questa volta a parlare è la figlia, nata nel 1980. Quando suo padre, Luigi Ilardo, morì, aveva appena sedici anni. Fu lei a scendere in strada e a raccoglierlo tra le sue braccia la sera del 10 maggio 1996, poco prima che scattasse il piano di protezione a tutela sua e dei famigliari. Il racconto di Luana ci commuove. Oltre a denunciare la drammaticità della morte del padre, ci fa entrare dentro la mentalità e la vita quotidiana di una famiglia mafiosa, imparentata con i Madonia e a contatto con tutti i più importanti boss, compreso Provenzano. La sua testimonianza, raccolta e narrata da Anna Vinci, è puntuale e avvincente proprio perché esprime l'amore di una figlia che a poco a poco si rende conto di quanto la sua vita sia stravolta, prima dalla carcerazione del padre, poi dalle continue fughe, sparizioni, paure. È incredibile come la grande storia di questo paese passi da qui, attraverso questa vicenda famigliare che ci è restituita in tutta la sua concretezza. In appendice alcune dichiarazioni e lettere private di Ilardo e i documenti della sua collaborazione, oltre a un dialogo tra la scrittrice e Giorgio Bongiovanni, direttore di "Antimafia Duemila". Luigi Ilardo: per la mafia un "traditore", per lo Stato un informatore che ha rilasciato per anni "dichiarazioni spontanee" nell'ambito di quello che le forze dell'ordine definiscono "un rapporto confidenziale". Dopo undici anni di dura detenzione e rari permessi, Ilardo decide di cominciare un percorso di collaborazione, e di "redenzione", come nessuno mai aveva ancora fatto. Sarà lui a portare i carabinieri a scoprire il covo di Provenzano, che sarà arrestato solo molto tempo dopo. Perché? Una fuga di notizie dalla Procura di Caltanissetta, come attestano le indagini giudiziarie, sarà la causa della sua morte, avvenuta il 10 maggio 1996. Prefazione di Michele Riccio. 

Yoga
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Carrère, Emmanuel

Yoga / Emmanuel Carrère ; traduzione di Lorenza di Lella e Francesca Scala

Milano : Adelphi, 2021

Abstract: La vita che Emmanuel Carrère racconta, questa volta, è proprio la sua: trascorsa, in gran parte, a combattere contro quella che gli antichi chiamavano melanconia. C'è stato un momento in cui lo scrittore credeva di aver sconfitto i suoi demoni, di aver raggiunto «uno stato di meraviglia e serenità»; allora ha deciso di buttare giù un libretto «arguto e accattivante» sulle discipline che pratica da anni: lo yoga, la meditazione, il tai chi. Solo che quei demoni erano ancora in agguato, e quando meno se l'aspettava gli sono piombati addosso: e non sono bastati i farmaci, ci sono volute quattordici sedute di elettroshock per farlo uscire da quello che era stato diagnosticato come «disturbo bipolare di tipo II». Questo non è dunque il libretto «arguto e accattivante» sullo yoga che Carrère intendeva offrirci: è molto di più. Vi si parla, certo, di che cos'è lo yoga e di come lo si pratica, e di un seminario di meditazione Vipassana che non era consentito abbandonare, e che lui abbandona senza esitazioni dopo aver appreso la morte di un amico nell'attentato a «Charlie Hebdo»; ma anche di una relazione erotica intensissima e dei mesi terribili trascorsi al Sainte-Anne, l'ospedale psichiatrico di Parigi; del sorriso di Martha Argerich mentre suona la polacca Eroica di Chopin e di un soggiorno a Leros insieme ad alcuni ragazzi fuggiti dall'Afghanistan; di un'americana la cui sorella schizofrenica è scomparsa nel nulla e di come lui abbia smesso di battere a macchina con un solo dito - per finire, del suo lento ritorno alla vita, alla scrittura, all'amore. Ancora una volta Emmanuel Carrère riesce ad ammaliarci, con la «favolosa fluidità» della sua prosa («Le Monde») e con quel tono amichevole, quasi fraterno, che è soltanto suo, di raccontarsi quasi che si rivolgesse, personalmente, a ciascuno dei suoi lettori.

Il pane perduto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bruck, Edith

Il pane perduto / Edith Bruck

Milano : La nave di Teseo, 2021

Abstract: Per non dimenticare e per non far dimenticare, Edith Bruck, a sessant'anni dal suo primo libro, sorvola sulle ali della memoria eterna i propri passi, scalza e felice con poco come durante l'infanzia, con zoccoli di legno per le quattro stagioni, sul suolo della Polonia di Auschwitz e nella Germania seminata di campi di concentramento. Miracolosamente sopravvissuta con il sostegno della sorella più grande Judit, ricomincia l'odissea. Il tentativo di vivere, ma dove, come, con chi? Dietro di sé vite bruciate, comprese quelle dei genitori, davanti a sé macerie reali ed emotive. Il mondo le appare estraneo, l'accoglienza e l'ascolto pari a zero, e decide di fuggire verso un altrove. Che fare con la propria salvezza? Bruck racconta la sensazione di estraneità rispetto ai suoi stessi familiari che non hanno fatto esperienza del lager, il tentativo di insediarsi in Israele e lì di inventarsi una vita tutta nuova, le fughe, le tournée in giro per l'Europa al seguito di un corpo di ballo composto di esuli, l'approdo in Italia e la direzione di un centro estetico frequentato dalla "Roma bene" degli anni Cinquanta, infine l'incontro fondamentale con il compagno di una vita, il poeta e regista Nelo Risi, un sodalizio artistico e sentimentale che durerà oltre sessant'anni. Fino a giungere all'oggi, a una serie di riflessioni preziosissime sui pericoli dell'attuale ondata xenofoba, e a una spiazzante lettera finale a Dio, in cui Bruck mostra senza reticenze i suoi dubbi, le sue speranze e il suo desiderio ancora intatto di tramandare alle generazioni future un capitolo di storia del Novecento da raccontare ancora e ancora

Creta e Micene
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rinaldi Tufi, Sergio

Creta e Micene / Sergio Rinaldi Tufi

Firenze ; Milano : Giunti, 2021

Abstract: Occuparsi di Creta e Micene significa affrontare le radici più remote della nostra civiltà. Nel cuore del Mediterraneo, nella seconda metà del terzo millennio a.C., un popolo di provenienza misteriosa fonda nell’isola di Creta un regno che conquista il dominio delle rotte commerciali. La sua cultura si basa su forme di scrittura evolute e dà vita a una forma di urbanizzazione intensiva, con palazzi magnificamente decorati. Circa mille anni più tardi, un popolo di guerrieri – gli Achei di Omero –si insedia nell’isola ed estende il suo raggio di azione alle coste greche continentali e alla Sicilia: è la civiltà micenea. Dopo due secoli di dominio incontrastato anche questa cultura scompare. Ma è da quelle ceneri che nascerà l’arte greca.

Una sirena a Settembre
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Giovanni, Maurizio

Una sirena a Settembre / Maurizio De Giovanni

Torino : Einaudi, 2021

Abstract: Nella città della Sirena le cose non sono mai come sembrano. Una doppia sfida per Mina Settembre, l'irresistibile assistente sociale del Consultorio Quartieri Spagnoli Ovest. Accadono due fatti. Due fatti che appaiono chiari, eppure a Mina i conti non tornano. Un'anziana viene scippata, cade e finisce in coma. Sin qui nulla di strano, purtroppo; è la soluzione del caso, il modo in cui arriva, a non convincere. E convince poco pure il secondo episodio, una scena di povertà estrema mandata in onda da una televisione locale: un bambino che si contende del cibo con un cane fra montagne di spazzatura. No, a Mina i conti non tornano proprio. Così, con l'aiuto dell'innamoratissimo Mimmo Gammardella, il ginecologo più bello dell'universo, e a dispetto del suo caustico ex marito, il magistrato Claudio De Carolis, decide di indagare. Solo che deve stare attenta, perché di mezzo, in questa vicenda, ci sono parecchie sirene, e le sirene, si sa, incantano. Per fortuna, a far da guida tra inganni e malintesi, c'è la Signora, straordinario personaggio che attraversa tutto il romanzo, una delle invenzioni più poetiche nate dalla fantasia di Maurizio de Giovanni.

Renzo Piano & RPBW
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ciccarelli, Lorenzo

Renzo Piano & RPBW / Lorenzo Ciccarelli

Firenze : Giunti, 2021

Bici Italia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dalla Venezia, Antonio

Bici Italia : 20 vacanze a pedali per tutti nelle regioni italiane / Antonio Dalla Venezia

Portogruaro : Ediciclo, 2021

Abstract: I migliori itinerari per pedalare in sicurezza in Italia. Quasi tutti partono da e arrivano a una stazione ferroviaria, per organizzare le proprie vacanze in tutta comodità. Le 20 proposte sono molto diverse tra loro per paesaggio, tempo dedicato e grado di difficoltà: ciascuno potrà scegliere in base al proprio tempo, preparazione e luogo di residenza. Dalla Ciclovia Tirrenica Ligure all'AIDA, dalla Ciclovia del Sole alla Francigena, dal Gran Tour della Ciociaria alla Ciclovia della Sardegna... itinerari che attraversano siti Unesco e Aree Naturali Protette, per un'immersione nella natura e nell'arte della nostra Penisola. 20 itinerari da 3 a 7 gironi sui pedali, Percorsi per tutti, dagli esperti, cicloviaggiatori alle famiglie, Informazioni chiare tappa per tappa, Indicazioni utili per il pernottamento e il ristoro, Foto, cartine e tracce GPS, Elenco finale con altre proposte di itinerari

Quello che possiamo imparare in Africa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Carraro, Dante

Quello che possiamo imparare in Africa : la salute come bene comune / Dante Carraro ; con Paolo Di Paolo ; con un contributo di Claudio Magris

Bari : Laterza, 2021

Abstract: Un ragazzo della provincia veneta, laureato in medicina, sceglie di diventare sacerdote, impegnandosi nelle parrocchie di periferia. Poi incontra l'Ong Medici con l'Africa Cuamm e nel 1995 fa il suo primo viaggio in Africa, nel Mozambico da poco uscito dalla guerra civile. È l'inizio di un'avventura personale che si affaccia in quella comunitaria della più grande organizzazione italiana in Africa. In oltre 70 anni, attraverso programmi di cura e prevenzione in 41 Paesi, interventi di sviluppo dei sistemi sanitari, attività dedicate ai malati, formazione di medici, infermieri, ostetriche e altre figure professionali, il Cuamm si spende - come scrive Claudio Magris nell'introduzione a questo libro - per la crescita dell'Africa, il «parto epocale» di una nuova civiltà. In un continente in cui il 70% della popolazione ha meno di trent'anni, c'è molto da fare ma c'è anche molto da imparare. Su noi stessi, sulla precarietà dei confini che pretendiamo stabili, sul rapporto con l'ambiente, sulla connessione strettissima fra il tema della salute e quello della giustizia sociale, sulle scelte etiche e politiche attraverso cui è possibile abbattere barriere geografiche, economiche e culturali. E sulle risorse inaspettate che gli esseri umani riescono a trovare nelle situazioni più estreme.

Il Cammino di Oropa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Conte, Alberto

Il Cammino di Oropa : da Santhià, Rassa e Fontainemore / Alberto Conte

2 ed. aggiornata

Milano : Terre di mezzo, 2021

Abstract: Raggiungere Oropa significa immergersi nella natura della Serra Morenica, attraversare le risaie del vercellese, incontrare la Comunità di Bose, scoprire il santuario mariano più importante delle Alpi. A due ore da Milano e Torino: si scende dal treno e si comincia a camminare (o a pedalare). Il percorso principale prevede 4 comode tappe ed è l'itinerario ideale per un week-end lungo. Poi, una volta arrivati, 4 escursioni di un giorno per godersi una vacanza o andare alla scoperta della montagna

Nel nome del figlio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Larsson, Björn

Nel nome del figlio / Björn Larsson ; traduzione di Alessandra Scali

Milano : Iperborea, 2021

Abstract: 27 agosto 1961. A Skinnskatteberg, nella Svezia centrale, una piccola barca a motore carica di sei uomini e due bambini prende il largo nel lago Nedre Vätter durante una gara di pesca. Un altro bambino, figlio dell'elettricista Bernt Larsson, non ha voluto accompagnare a bordo il padre ed è tornato a casa. A notte fonda lo sveglia un grido disperato: la zia ha saputo che la barca è stata ritrovata capovolta e i passeggeri sono dispersi. Gli otto corpi vengono poi recuperati, ma la dinamica dell'incidente resterà per sempre oscura. A Skinnskatteberg tutti piangono le vittime, tutti tranne il figlio di Bernt: lui per la morte del padre riesce a provare soltanto sollievo. Com'è possibile? Dopo molti anni quel bambino è diventato uno dei più importanti scrittori svedesi, ma ai personaggi delle sue storie non ha mai dato una famiglia, dei parenti, un passato, e si accorge di aver sempre vissuto da orfano, guardando più avanti che indietro. Di certo non ha mai rimpianto il padre, del quale ha solo una manciata di ricordi. Ma cosa significa, per lui e per chiunque, vivere senza radici e senza desiderarne? Tra dubbi e vuoti di informazioni, ha inizio la ricognizione di un legame di sangue, destinata a fare di quel padre solo la proiezione di un figlio. Sfilano, in questa indagine in bilico tra biografia e autobiografia, e tra narrazione pura e divagazioni scientifico-filosofiche, i grandi scrittori del passato che Björn Larsson ha letto e studiato, da Harry Martinson a Per Olov Enquist, da Marcel Proust all'amatissima Simone de Beauvoir, contribuendo a restituire, insieme al ritratto impossibile di un padre, una riflessione sulla memoria, sull'identità e sulla libertà.

Faccio musica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bosso, Ezio

Faccio musica : scritti e pensieri sparsi / Ezio Bosso ; a cura di Alessia Capelletti ; prefazione di Quirino Principe

Milano : Piemme, 2021

Abstract: "Mi chiamo Ezio, nella vita faccio la musica. E sono un uomo fortunato. E questa e l'unica cosa che vorrei dover dire per parlare di me". Il Maestro Ezio Bosso è ormai un'icona dei nostri tempi. È il volto di un uomo intriso di passioni e forza d'animo; è il movimento, a tratti lieve e a tratti tempestoso, di una bacchetta che guida l'orchestra e che disegna mondi inesplorati. Il 14 maggio del 2020 Ezio Bosso si spegne nella sua casa di Bologna, a soli 48 anni. In vita non aveva mai voluto pubblicare la sua autobiografia. Ora, a un anno dalla sua morte, questa raccolta di testi inediti, che ha come modello di riferimento lo "Zibaldone" leopardiano - cioè un insieme di scritti sparsi di varia occasione - contiene i suoi pensieri più intimi, l'infanzia torinese e il percorso artistico nelle tante città d'Europa e del mondo; la dedizione incondizionata alla musica come espressione culturale fra le più alte, ma anche fra le più accessibili e potenzialmente democratiche grazie alla sua forte componente emozionale; il rispetto della musica e dei suoi protagonisti - pubblico incluso - come parte irrinunciabile della società civile. E poi gli ultimi tempi difficili della malattia e della pandemia nelle sue riflessioni "matte e disperatissime". Da queste pagine si evince chiaramente il pensiero di un grande compositore e direttore d'orchestra, di un grande divulgatore e intellettuale, un appassionato polemista di una società che fatica a riconoscere l'importanza di un'arte tanto sottovalutata. "Faccio Musica" è un testamento di rara potenza di uno dei più importanti artisti di questi ultimi decenni.

Michelangelo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Michelangelo : 1475-1564

Milano : Corriere della Sera, 2021

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 3
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: I grandi maestri dell’arte spiegati da un grande maestro.Corriere della Sera presenta “Philippe Daverio racconta”: una collana di monografie introdotte dal grande divulgatore da poco scomparso e dedicate ai protagonisti assoluti dell’arte. Con il suo stile originale e coinvolgente, Daverio ci offre la chiave di lettura per conoscerli e capirli a fondo, in un viaggio alla scoperta dei loro capolavori.

Leonardo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Leonardo : 1452-1519

Milano : Corriere della Sera, 2021

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 3
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: I grandi maestri dell’arte spiegati da un grande maestro.Corriere della Sera presenta “Philippe Daverio racconta”: una collana di monografie introdotte dal grande divulgatore da poco scomparso e dedicate ai protagonisti assoluti dell’arte. Con il suo stile originale e coinvolgente, Daverio ci offre la chiave di lettura per conoscerli e capirli a fondo, in un viaggio alla scoperta dei loro capolavori.

Gustav Klimt
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gustav Klimt : 1862-1918

Milano : Corriere della Sera, 2021

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 2
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: I grandi maestri dell’arte spiegati da un grande maestro.Corriere della Sera presenta “Philippe Daverio racconta”: una collana di monografie introdotte dal grande divulgatore da poco scomparso e dedicate ai protagonisti assoluti dell’arte. Con il suo stile originale e coinvolgente, Daverio ci offre la chiave di lettura per conoscerli e capirli a fondo, in un viaggio alla scoperta dei loro capolavori.

Jheronymus Bosch
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Jheronymus Bosch : 1453-1516

Milano : Corriere della Sera, 2021

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 2
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: I grandi maestri dell’arte spiegati da un grande maestro.Corriere della Sera presenta “Philippe Daverio racconta”: una collana di monografie introdotte dal grande divulgatore da poco scomparso e dedicate ai protagonisti assoluti dell’arte. Con il suo stile originale e coinvolgente, Daverio ci offre la chiave di lettura per conoscerli e capirli a fondo, in un viaggio alla scoperta dei loro capolavori.