Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

Sempre più vicino - Raul Montanari

"Doveva avere una fame antica di carezze che lo consumava, una fame nata dal gelo che sua madre e suo padre gli avevano fatto intorno..." .
In questa frase è racchiuso quasi tutto il libro, secondo me, la solitudine di Valerio, la mancanza d'affetti che lui cerca in qualche modo di trovare nell'amico Simon (che poi non sappiamo se sarà un vero amico), negli inquilini a cui affitta il suo appartamento, nell'investigatore ...
E un altro argomento del libro è l'affittare il suo appartamento a sconosciuti, un lavoro che il giovane s'inventa per rimpiazzare un lavoro che non ha se non quello saltuario dal padre, un suo modo per costruirsi il futuro che altrimenti non riuscirà mai a fare solo con lo studio, un futuro incerto non solo per lui ma per tutti i giovani di oggi.
In mezzo a tutto questo la ricerca di un tesoro sempre più vicino ai suoi occhi e introvabile fino all'ultimo, perchè se non sai cosa cercare difficilmente trovi quello che cerchi...

Ragazze inquiete

Trama dalla quarta di copertina
Tilli è un bel soprannome per una ragazzina graziosa e vivace cui è stato affidato il nome di Attilia. Tilli è, senza rendersene conto, il centro di gravità di tutta la famiglia. E' a lei che pensa sua sorella (un tipo tutto casa e ospedale dove sta facendo carriera come medico) quando sta per commettere un colpo di testa; è con lei che si sfoga la mamma apprensiva e frustrata dalla vita di casa; è lei infine a scoprire dove si è rifugiato il fratello minore dopo la fuga da casa.
Circondata da amiche secchione, sconvolte dalla loro prima cotta e da uno spasimante un po' presuntuoso, Tilli riesce a mettere a posto ogni cosa con il suo solido buon senso e il suo tenace ottimismo.

Lo spregio - Alessandro Zaccuri

E' la storia del figlio del Moro e dei traffici illeciti che si nascondono dietro la tranquilla gestione familiare della Trattoria dell’Angelo. Il lato oscuro del padre, Angelo, si trova a scoprirlo da solo. Basta imparare a leggere le movenze di alcuni clienti, la loro eccessiva riverenza nei confronti del titolare di quella piccola trattoria di passaggio. E anche intorno al capanno sul retro, se ci si apposta di notte, si può assistere a strani andirivieni.
Una storia che si racconta da sola, come se fosse naturale che un figlio, pur senza conoscere le aspettative del padre e tanto meno fin dove si avventurano gli affari di famiglia, viva nella silenziosa impazienza di giocare d’anticipo su quel passaggio di testimone.
Trovi l'intera recensione sul mio blog http://lesereneredellasere.myblog.it/lo-spregio-di-alessandro-zaccuri/

Gli anni al contrario - Nadia Terranova

Gli anni al contrario è ambientato nell’Italia degli anni di Piombo. E’ la storia di Giovanni e Aurora e del loro amore che, pur poggiando su una palude di fragilità, sopravvive nel tempo quasi sorretto da un’indelebilità intrinseca. A minarlo è Giovanni con il continuo sottrarsi a un’identità adulta.
Un amore che inizia sui libri di scuola, Giovanni è rimasto indietro con gli studi e per recuperare prende lezioni private da Aurora. Lei sin da bambina stringe un patto con la predisposizione allo studio, talento al quale non smetterà di aggrapparsi negli anni per trovare un’occupazione migliore e sentirsi più forte di fronte al mondo.
Giovanni, inquieto e insoddisfatto, vive nella perenne speranza di avere un ruolo nella lotta armata che lo faccia sentire visibile. La sua è una ricerca raffazzonata che non fa che confermarsi delusione. E così si arrende, certo di trovare conforto e rifugio nello stordimento di alcool e droghe.
Trovi l'intera recensione sul mio blog http://lesereneredellasere.myblog.it/gli-anni-al-contrario-di-nadia-terranova/

Anubi - Taddei, Angelini

È un fumetto angosciante, crudissimo nella descrizione della provincia pur avendo un ambientazione che sconfina parecchio nel fantastico. Nel 2015 ha ricevuto un sacco di premi come miglior fumetto e se li merita tutti

Il suggeritore - di Donato Carrisi

Opera prima, e molto acclamata, di questo autore che però ho letto come seconda. Troppo lungo e con continui colpi di scena molto fantasiosi che personalmente ritengo poco vicini ad un’ipotetica realtà. Mi ha tenuto si incollato alla lettura ma con poco entusiasmo, nella parte finale soprattutto, e più che altro per “dovere”

R: La ragazza nella nebbia

Ottimo thriller anche se i continui spostamenti temporali mi confondono durante la lettura e il finale lo trovo un pò affrettato. Interessante e significativo su cui riflettere il messaggio che lascia la parte che riguarda i mass media, ovvero, la potenza che hanno di influenzare l’opinione pubblica.

Scherzetto - Domenico Starnone

Corto ma molto interessante questo libro.
Uno spaccato di vita tra un nonno e un nipotino di quattro anni, la contrapposizione della stanchezza del nonno all'irruenta vivacità di un cucciolo d'uomo dalle mille risorse.
Il contrasto fortissimo tra una vita che quasi volge al tramonto ed una che ancora deve sbocciare e fiorire, ma già racchiude la tenacità e la promessa dell'uomo che diverrà.
Momenti di tenerezza struggente e momenti di "scontri", per modo di dire, tra generazioni passate e generazioni future, con un nonno che si rende consapevole di non aver vissuto proprio tutto quello che voleva e come lo voleva, ed un irrefrenabile piccolo uomo che già crede di saper fare quasi tutto.
C'è quasi tutto in questo pensiero del nonno:
"Il bambino è ben educato e insieme incontrollabile. Ha un colpo docchio che mi sorprende...Non so, stamattina, se ho paura per il bambino o ho paura del bambino."

The devil in the kitchen - Marco Pierre White

Libro autobiografico di uno chef stellato.
In questo libro c'è tutto di Marco Pierre White, dall'infanzia tribolata all'apoteosi in ambito culinario internazionale.
Anzitutto personalmente cambierei l'aggettivo stellato, dalle tre stelle Michelin ottenute, a stellare.
Questo personaggio è allo stesso tempo un anarchico, un creativo, un maniacale, un genio, un enfant terrible nel vero senso della parola.
Dal nulla si è creato un impero miliardario attorno, con un duro lavoro e con un carattere a dir poco difficile e irascibile, a volte a discapito della vita affettiva, lasciata sempre in secondo piano fino all'abbandono della scena in modo quasi plateale.
Premesso che non ho mai guardato programmi di cucina molto in voga ai giorni nostri, questo libro ha saputo rapirmi dall'inizio alla fine, mi ha fatto capire che per l'autore la cucina creativa è affascinante e paragonabile sicuramente ad una delle più belle lettere d'amore.

Vuoto infernale - Severno Cirillo

Sorprendente mi sembra la parola giusta soprattutto perché ho letto anche il primo libro di questo autore e non posso nascondere che inizialmente ero un po' perplesso, credendo di trovarmi di fronte ad un storia di un genere che non mi appassiona .... sensazione che se ne è andata dopo poche pagine e finita nel limbo (giusto per stare in tema col racconto) perché più andavo avanti nella lettura e più venivo catturato da emozioni sempre più forti e dalla magia di questa storia. Una storia d'amore in un'ambientazione assolutamente particolare , cruda ma magnetica ... un viaggio fianco a fianco ai due protagonisti , ai loro ricordi , alle loro emozioni e ai loro sentimenti ... Un'altro invito dell'autore a riflettere sul modo in cui viviamo la nostra vita e i rapporti con le persone che amiamo. Una sorpresa dietro l'altra. Assolutamente da leggere.